Translate

domenica 4 marzo 2018

In attesa dello spoglio elettorale, passiamo il tempo a ridere...

Berlusconi muore...
Al cospetto di San Pietro questi gli dice: "in vita sei stato egoista, narcisista, egocentrico, dissoluto, arrivista e privo di scrupoli. 
Andrai all'inferno"!!!
Arrivato da Satana trova un caos incredibile...
Nessuno che sapeva cosa dovesse fare, fuoco insufficiente a bruciare tutti i dannati, lunghissima lista di persone in attesa, diavoli in cassa integrazione e Inferno in balia dell'anarchia più assoluta. Berlusconi riorganizza tutto e, in tempi brevissimi, tutto torna a funzionare perfettamente. 
Viste le sue capacità lo chiamano dal Purgatorio dove, se possibile, le cose andavano anche peggio. Nessuno sapeva quando sarebbe scaduta la propria pena, né quanta gente sarebbe arrivata nell'immediato futuro a scontare i propri peccati. 
Anche qui Berlusconi comincia a lavorare alacremente ed in breve riorganizza tutto alla perfezione. Incuriosito dalle capacità di questo singolare personaggio San Pietro dice a Gesù: "certo che anche qui in Paradiso ci sarebbe bisogno di qualcuno che rimetta a posto le cose. 
Le anime beate dicono che non c'è più la pace e la tranquillità di una volta" Gesù allora gli dice: "Perchè non lo chiami e gli proponi di preparare una proposta di ristrutturazione del Paradiso. Vediamo se saprà fare anche in questo". 
San Pietro allora chiama Berlusconi e gli dice: "Sei un uomo fortunato, il Signore ti ha scelto per un importante progetto: "La riorganizzazione del Paradiso... datti subito da fare perché hai solo una settimana di tempo per presentare il tuo lavoro". 
Puntuale come un orologio svizzero Berlusconi consegna un fascicolo dettagliatissimo che Gesù legge e rilegge con molto entusiasmo. 
Alla fine gli dice: "Sei un grande. Tutto fila alla meraviglia. C'è solo un passaggio che non capisco..perché io dovrei fare il Vicepresidente???"
********
Renzi scivola e muore. Arriva alle porte del Paradiso dove l’attende paziente San Pietro:
“Benvenuto in paradiso Eccellenza, prima di farla accomodare devo purtroppo anticiparle che abbiamo un piccolo problema da risolvere...
Vede, è molto raro che un politico d’alto rango arrivi qui in Paradiso e la verità è che non sappiamo cosa fare con lei, così abbiamo deciso di farle trascorrere un giorno all'inferno ed uno in paradiso cosicché lei possa scegliere liberamente dove trascorrere la sua eternità…”.
Così San Pietro accompagna il nuovo arrivato all'ascensore e questi scende, scende fino all'inferno, si apre la porta e Renzi si trova in mezzo ad un verdissimo campo di golf. 
In lontananza intravede una lussuosa club house e davanti tutti i suoi amici politici che avevano lavorato con lui; gli corrono incontro e lo abbracciano commossi ricordando i bei tempi andati, quando tutti insieme si arricchivano alle spalle degli italiani.
Decidono di fare una partita a golf e poi cenano tutti assieme alla club house con caviale e aragosta. Alla cena partecipa pure Satana, che in realtà si dimostra essere una persona molto simpatica, cordiale, e divertente.
Renzi si diverte talmente tanto che non si accorge che è già ora di andarsene. Tutti gli si avvicinano e prima che parta gli stringono calorosamente la mano, lasciandolo triste e profondamente commosso.
L`ascensore sale, sale e si riapre davanti alla porta del paradiso, dove San Pietro lo sta aspettando;
Renzi passa le successive 24 ore saltellando di nube in nube, suonando l`arpa, pregando e cantando. 
Il giorno è lungo e noioso, ma finalmente finisce.Si presenta finalmente San Pietro che gli chiede: “Eccellenza, ha trascorso un giorno all'inferno ed uno in paradiso, ora può scegliere democraticamente dove trascorrere il resto dell’eternità
Ranzi riflette un momento, si gratta la testa e dice: “Beh, in paradiso è stato tutto molto bello, però credo di essermi trovato meglio all'inferno!”.
Allora San Pietro scrolla le spalle e lo accompagna all'ascensore... 
Scendi, scendi, giunge all'inferno e quando le porte si aprono, si ritrova in mezzo ad una terra deserta e piena di immondizie sparse dappertutto e vede tutti i suoi amici in tuta da lavoro che raccolgono il pattume e lo depositano in sacchi neri di plastica.
Il diavolo gli si avvicina e gli mette un braccio attorno al collo in segno di benvenuto, “Non capisco…” balbetta Renzi “ieri qui c`era un campo da golf, e una club house e abbiamo cenato a base di aragosta e caviale e ci siamo divertiti un sacco. Ora la terra è solo un deserto pieno di spazzatura e i miei amici sembrano dei miserabili!” il diavolo lo guarda, sorride e gli dice: “Amico mio, ieri eravamo in campagna elettorale. Oggi, hai già votato per noi!
********
Un uomo si ferma per strada osservando un grosso gruppo di persone allarmate e, vedendo Salvini, chiede che succede e lui risponde: "un immigrato si è cosparso di benzina e si è dato fuoco" ed il signore: "e voi cosa avete fatto?" e Salvini: "una colletta per la vedova e il figlio", allora il signore interessato: "e quanto avete raccolto?" e Salvini: "50 litri...!". 
********
Meloni: "La conoscete la barzelletta sulle tutele universali del Jobs Act???
Ci sono quattro lavoratori, che hanno lavorato per 4 anni di fila e oggi sono disoccupati. 
Il primo è il signor Rossi che ha lavorato 4 anni con un contratto di lavoro dipendente: lui avrà diritto a 2 anni di assegno di disoccupazione. 
Il secondo è il signor Verdi che ha lavorato prima 2 anni con un Co.Co.Pro. e poi 2 anni con un contratto di lavoro dipendente: lui avrà diritto solo ad un anno di disoccupazione...
Spiega ancora la Meloni... il terzo è il signor Viola che ha lavorato 4 con un contratto di Co.Co.Pro.: lui avrà diritto solo a 6 mesi di disoccupazione. 
Il quarto è il signor Gialli che ha lavorato 4 anni a partita Iva, perché così ha preteso il suo datore di lavoro: lui non avrà diritto a nulla. 
A voi fa ridere? No? Eppure Renzi la trova esilarante...
********

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo