Translate

lunedì 23 novembre 2015

Gianfranco Miccichè... commissario in Sicilia...


Gianfranco Miccichè commissario in Sicilia, per decisione del presidente di Forza Italia...
Dopo aver nominato altri commissari in Trentino Alto Adige, Molise, Basilicata ecco che per la Sicilia è stato scelto  "Mister Sixtyone-zero - 61 a 0" perché da coordinatore di Fi nell'isola, fece vincere al suo partito tutti i collegi uninominali...
Il leader del partito ha dichiarato "Forza Italia in Sicilia sarà il partito anti Crocetta per eccellenza per poter risarcire alla Regione il prezzo che ha pagato in questi anni"... è l'unica cosa giusta a detta dal Cavaliere in questi ultimi anni...
Sperare però che attraverso un po di Bostik, si possano rincollare i cocci rotti non solo di un partito ma soprattutto di una regione...  ecco... di lavoro c'è ne sarà da fare.
E' ovvio che la scelta di voler affidare questo delicato ruolo, nasce dall'esigenza del premier di ottenere quei voti, che nel corso dei mandati lo hanno sempre sostenuto... ma quello era un'altro periodo, e certamente egli godeva a quel tempo... di un prestigio personale che in molti - ad iniziare dal sottoscritto - gli avevamo riconosciuto.
Ma come dicevo sopra, quelli erano altri tempi... ed oggi la volontà di far ripartire questa nostra terrà non può passare certo da Forza Italia o dai suoi uomini...

Dopotutto, la stessa mafia, per voce dei suoi interpreti (o attraverso le intercettazioni realizzate), ha dichiarato di aver chiuso definitivamente con l'ex gruppo Dell'Utri & Co. e quindi sperare che oggi certi posizioni, possano tornare a convivere è quanto meno di difficile... attuazione!!!
Certamente anche "cosa-nostra" sa che per continuare ad avere quella necessaria influenza, dovrà canalizzare da qualche parte quei voti... e certamente non saranno la sinistra di Renzi o il M5Stelle di Grillo i suoi migliori interlocutori, anzi tutto il contrario...
Ma sperare che il tempo abbia fatto dimenticare ad essi, quali e quante procedure siano state adottate da questi ultimi governi, per contrastare tale associazione malavitosa o i suoi affiliati, ecco ritengo che a tutt'oggi, non sia passato quel necessario tempo, ma soprattutto non si sono alternati quei suoi sbiaditi interpreti, affinché qualcuno potesse sperare... che quelle sgradevoli circostanze, possano essere superati, da interessi certamente ben più sostanziosi... 
Ora sento parlare di personaggio "simpatico" o di programmi per per far ripartire la nostra splendida regione... ma dico... possiamo ancora sperare che giudizi così banali possano influenzare positivamente le nostre coscienze... e poi perché quando c'erano le condizioni per farlo... si è scelto di rimanere seduti a Roma???
Qui non si tratta di battere il Pd, Crocetta o quanti governano oggi la nostra terra... qui si tratta di dare risposte certe, di dire da quale parte si sta... 

Innanzitutto dichiarando a gran voce che con la mafia non ci si vuole avere a che fare... e che anzi, saranno adottate tutta una serie di azioni e di politiche a contrasto, verso quella criminalità organizzata, dando così un netto taglio a quel contributo in termini elettorali e promuovendo di contro azioni  a favore della legalità...

Inoltre si dovrebbe cercare in tutti i modi, di promuovere iniziative sociali, culturali ed economiche, che permettano così quel necessario sviluppo imprenditoriale, affinché la morsa della disoccupazione, che da troppi anni attanaglia la nostra regione, possa invertire finalmente la propria rotta...
Procedere quindi verso l'assistenza delle famiglie più disagiate, dei pensionati e soprattutto di tutti quei giovani, che hanno dovuto arenare i propri sogni, attraverso quel necessario sostegno all'imprenditoria giovanile, alla concretizzazione professionale e quindi autonomia economica, alla possibilità data loro di poter acquistare casa (grazie ad incentivi statali che permettano la restituzione di mutui con pagamento d'affitti ragionevoli) e giungere così anch'essi, a quel coronamento naturale, rappresentato nel distacco definitivo dai propri cari per iniziare quel percorso personale con la propria famiglia...  
Ed ancora, migliorare le scuole, far si che i ragazzi disagiati, possano giungere anch'essi al conseguimento di un titolo di studio, sostegno necessario per quella adeguata ricerca professione ed inoltre, premiare con borse di studio fino all'università, quanti tra essi, dimostrano di esserne meritevoli...  
Ed infine quel necessario sostegno al motore finanziario, attraverso politiche rinnovate che intervengano in quel concetto di libera concorrenza...
Perché vede... a noi siciliani, non c'è ne frega niente di rinnovamento, aggregazioni politiche di centrodestra, di lotte intestite all'interno del suo partito o di egoismi personali...
Quello che ci interessa vedere, non sono i programmi annunciati o i milioni di posti di lavoro o la realizzazione del ponte sullo stretto, di cazzate finora ne abbiamo sentito abbastanza... Il suo Presidente, che tanto dice di credere in questa terra... dia un segnale preciso, venga ad investire una parte di quel suo patrimonio miliardario in Sicilia, cominci a far vedere che lui per primo di chiunque altro ci crede... e poi... dopo i fatti ne possiamo parlare!!!
In caso contrario... a costo di dover morire di fame... non troverete un benché minimo Siciliano "dignitoso e onesto" che baratterà il proprio onore, per un pezzo di pane gettato al pari di un cane... 
Poiché... è soltanto a quei soggetti, che oggi lei può rivolgersi... sono gli stessi che da sempre vi vengono dietro, che elemosinano quel po di cibo dato, sempre pronti ad essere richiamati con un fischio... pur di saltare e abbaiare felici sulle sulle vostre gambe, dandovi così quella convinzione, d'essere importanti...
Tranquilli, il giorno che non riceveva più quei bocconcini e capiranno d'essere stati nuovamente ignorati... ecco quel giorno, il primo morso lo riserverà proprio a Voi!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo