Translate

mercoledì 4 novembre 2015

La Sicilia, tra disastri ambientali e infrastrutture fatiscenti...

Messina senz'acqua, l'autostrada Catania-Palermo chiusa dal mese di Aprile nel tratto compreso tra Tremonzelli e Scillato a causa della frana che ha riguardato il pilone del viadotto Himera...
A quanto sopra, si sono aggiunti tutti i temporali di forte intensità che in questi giorni hanno messo in ginocchio non solo la nostra modesta economia, ma soprattutto, ha messo a rischio la sicurezza dei cittadini...
Rischi idrogeologici in tutto il territorio, torrenti in piena che hanno provocato danni enormi, nelle abitazioni, nelle scuole, negli ospedali, ed ancora, alberi sradicati caduti tra le auto posteggiate, un'agricoltura ridotta al collasso e il commercio "spento" a causa delle difficoltà nei collegamenti non solo stradali ma anche aerei.
Frane... registrate ovunque, Letojanni, Campo Italia, Capo Scaletta... dove lo smottamento ha bloccato la carreggiata impedendo qualsiasi collegamento sulla Statale 114,
E cosa dire delle forti mareggiate che hanno investito tutte le cittadine che si affacciano sul mare, distruggendo anche quei pochi metri di costa residui, che proteggevano quei palazzi... ora completamente allagati...
Svincoli autostradali fondamentali a sensi alternati, o chiuse in entrambe le direzioni... difficoltà nella viabilità, sia nei Comuni prospicienti le coste, sia nelle province centrali dell'Isola...
Ad Enna per esempio, ha ceduto un costone e i vigili del fuoco hanno dovuto evacuare cinque famiglie, mentre a Nicosia una frana ha bloccato l'unico collegamento con l'ospedale,..
Di raggiungere le isole Eolie, neanche a parlarne... in questi giorni sono rimaste isolate...
L'elenco degli interventi necessari è lunghissimo... un vero disastro e la cosa assurda è dover assistere a questo silenzio generale!!! 
Già, ci si lamenta e si scende a protestare, solo quando c'è il rischio di vedere saltare il proprio posto di lavoro ed allora si spera che intervenga una qualche "leggina" che vada a finanziare provvisoriamente quanto finora dovuto... con l'incertezza di proseguire per chissà quanti altri mesi... poi si vedrà, oppure si sciopera per imporre un aumento della propria retribuzione o ancora si critica l'operato del nostro governatore Crocetta e della sua giunta... si pretende che egli possa intervenire in tutte le situazioni... (chissà forse con la bacchetta magica...) ma quando poi si tratta di destituirlo... di farlo cadere quel governo... ecco tutti svaniscono, sanno buoni e  messi in fila... a votare quella fiducia di governo... (dopotutto perché dovrebbe rinunciare a quella poltrona...)!!!
Quindi, che le nostre infrastrutture sono per lo più inutilizzabili è chiaro... basta osservare come le pavimentazioni stradali sono da rifare, quindi, la sostituzione o l’adeguamento delle barriere stradali non più a norma e che sono effetto di conseguenziali gravi incidenti mortali, in particolare per quanti viaggiano sulle due ruote, il mancato adeguamento di tutti gli impianti tecnologici, non solo nei tratti aperti, ma soprattutto in quelli al chiuso, come nelle gallerie, che il più delle volte rilevano il mancato funzionamento dei sistemi di illuminazione o di ventilazione...
C'è poi la segnaletica in disuso in quasi tutti i tratti e la mancata eliminazione di quei cartelloni pubblicitari, posti in corrispondenza degli svincoli, che oltre a provocare uno scempio al paesaggio naturalistico, invitano alla distrazione degli automobilisti...
Se a quanto sopra, dobbiamo sommare, tutte quelle opere -attualmente danneggiate o deteriorate- che già sono in quelle condizioni di dover ricevere immediatamente interventi di ripristino, come ad esempio i manufatti realizzati in calcestruzzo armato... dopo anni di mancate o inadeguate manutenzioni...
Conglomerati cementizi e acciai da troppo tempo ammalorati ( vedasi travi precompresse, appoggi, spalle, pile, pulvini, solette, ecc... ) e quanto necessario in rifacimento, come giunti, installazione di pluviali, rifacimento dell'impermeabilizzazione e successiva pavimentazione...
Se andate ad osservare attentamente... vedrete che un buon 85% della nostra viabilità ha necessità d'interventi urgenti...
Non mi meraviglio più... quando all'improvviso in televisione, fanno vedere come in Sicilia un'auto sprofonda in una voragine... o come una frana mette in ginocchio la viabilità tra Catania e Messina, lasciando chiuso (in entrambi i sensi di marcia) uno dei percorsi più belli del nostro paese e cioè il tratto autostradale tra Giardini Naxos e Roccalumera!!!
Della ferrovia poi... non ne parliamo, dopotutto di cosa dobbiamo parlare... di ciò che non esiste??? 
Siamo una regione allo sfascio generale ed una delle più importanti potenzialità che poteva salvarci e cioè il turismo e l'arte... è stato, a causa di quanto sopra fortemente penalizzato!!!
Infatti... con una situazione generale di grave crisi internazionale (a causa delle destabilizzazioni politiche e delle guerre in corso...) i flussi turistici, hanno modificato le loro destinazioni in particolari quelle estive, puntando principalmente verso quei paesi che ora... risultano essere più tranquilli.
Tra questi paesi... ovviamente, ci poteva essere la Sicilia... anzi ci doveva essere la nostra regione che invece, a causa di questa situazione disastrosa, ha influenzato negativamente quelle potenzialità, facendo in modo che, preferissero dirigersi verso Malta o le isole spagnole come le Baleari...
Due posti bellissimi... ma che certamente hanno poco a che competere con la nostra terra... perderebbero in ogni competizione, da quella culturale a quello enogastronomica, da quella paesaggistica a quello storica-artistica, dalla promozione di attività teatrali e musica folcloristica... sotto i colori di un vulcano unico al mondo e come sfondo il nostro mare cristallino...
Eppure i numeri dicono il contrario... perdiamo pure nei confronti della Grecia che ha visto su di se dirottare... tutti quei turisti che fino a poco tempo fa... si dirigevano in Tunisia.
Se ne parla sempre... ma alla fine siamo qui sempre a commiserarci... 
Riflettendoci è un vero peccato...
Sì... per colpa di pochi ci troviamo a soffrire... è una vita che soffriamo, prima i nostri antenati, quindi i nostri genitori ed oggi noi... e la cosa assurda e che così facendo... cioè niente... faremo in modo di far soffrire in futuro, anche le nostre prossime generazioni!!!
E dire... che sarebbe bastato poco... 

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo