Translate

giovedì 28 aprile 2016

La Sicilia??? In totale recessione!!!

Non capisco... se sono soltanto io ad accorgermi di quanto sta avvenendo in questa mia terra oppure sono i miei conterranei che preferiscono non vedere!!!
Osservo nei loro modi, un lassismo generale... una rilassatezza pericolosa perché non vuole comprendere o ancor peggio preferisce ignorare, lo sfacelo che ormai ci sta travolgendo...
Qualcuno può obbiettare che sono un disfattista... ed allora evidenziamo concretamente con esempi reali...
Quelle poche imprese che ancora operano... in questo preciso momento, stanno preferendo chiudere l'attività -forse riapriranno sotto un altro nome- (o prestanome...) per non dover affrontare il cosiddetto trimestre "nero" fiscale e cioè quel periodo Aprile-Giugno in cui ricadono la maggior parte dei pagamento dei tributi...
A queste vanno aggiunte le imprese sequestrate e confiscate che ormai sono completamente distrutte...
E quindi, imprese che assumono (a differenza di quanto ci racconta il premier Renzi) non c'è ne... 
Di eventuali appalti privati da mettere sul piatto... mancano di finanziatori, quegli pubblici sappiamo bene in quali modi e da chi sono gestiti e dove il rispetto delle regole risulta inadeguato, determinando enigmatiche aggiudicazioni e sospetti sulle metodologie adottate...
Non parliamo poi dei controlli su quelle opere, di quei requisiti minimi previsti mai applicati che vanno, dal mancato rispetto dei CCNL ad una inadeguata per non dire inesistente sicurezza sui luoghi di lavoro... e poi stranamente ci si meraviglia di come accadano continuamente gli incidenti!!! 
Le famiglie risultano ormai totalmente indebitate... non parliamo dei poveri pensionati... i giovani ormai il lavoro hanno smesso di cercarlo... i negozianti hanno chiuso bottega (vedevo l'altro giorno Via Etnea: dall'incrocio di Via Umberto a risalire è un deserto e non parliamo del tratto successivo con l'incrocio di Via XX Settembre... sono più i negozi chiusi (con i cartelli "affittasi") che quelli aperti!!!
Denaro in circolazione non c'è ne... quel poco residuo non viene minimamente investito in operazioni finanziarie e soprattutto viene tenuto lontano dalle stesse banche, per un eventuale rischio del "bail-in"...   
Siamo in totale recessione... ma i nostro governanti non ne parlano, anzi propagandano un periodo in arrivo pieno di benessere sociale per tutti... lo definiscono un vero miracolo economico!!!  
Credo ché sarà più facile per noi incontrare in questa vita nuovamente Gesù, che sperare che queste "inutilità" si trasformino in dei veri e propri geni dell'economia!!!
Ovviamente c'è un motivo perché tutto è stato messo in stasi: paralizzato in attesa delle votazioni regionali!!!
Già, bisogna dare atto che su una cosa, i nostri politici primeggiano, sì, nelle furbizie!!!
Stanno aspettando le votazioni regionali, sanno che i siciliani hanno bisogno e il bisogno richiede una mano... ed allora "una mano lava l'altra" tu dai qualcosa a me (il tuo voto) ed io successivamente - quando sarò stato eletto- mi ricorderò di te e delle tue richieste... 
Ma dai Nicola... ormai a queste situazioni non crede più nessuno... 
Voi dite... vedremo in quel periodo; conteremo insieme tutte le pecore che si metteranno in fila dinnanzi quelle "segreterie" politiche (celate sotto altri nomi...) e dove, presentandosi con in mano qualche omaggio personale si potrà svendere la propria dignità e sperare in una elemosina...
Sembrerà d'essere in quei confessionali delle chiese... staranno tutti buoni in fila e in attesa del proprio turno per essere ricevuti... 
Viene allora da chiedersi: ma se tutti stanno male perché nessuno si lamenta???
Allora bisogna precisare che non tutti stanno male, la parte meno produttiva... quella cioè che sopravvive sopra l'operato degli altri, ecco quella "disgraziatamente" sta bene!!!
Dopotutto in tutti questi anni... non hanno mai rischiato nulla: nessun investimento personale nell'imprenditoria, nel commercio o nel turismo, non hanno personale a proprio carico, non devono pagare alcun affitto per uffici o depositi e non hanno costi diretti d'utenze ed anche se non compiono quanto dovrebbero... vengono pagati lo stesso!!!
Ecco il perché... sono tutti quegli uomini e donne che all'interno di quei "casermoni" non si sa cosa facciano... quali e quante pratiche svolgono durante la propria giornata, quante ore concretamente dedicano al lavorare e quante invece a discutere, telefonare, passeggiare, prendersi un caffè con i colleghi e via discorrendo... tanto non c'è nessuno che controlla o meglio, chi dovrebbe controllare è ancor peggio i loro, come si dice da noi: quannu u pisci feti ra testa...
A tutto ciò andrebbero aggiunte le solite aggravante, poste sempre dietro l'angolo: corruzione, induzione, concussione, che fanno si che i livelli d'immoralità e dissolutezza, abbiano di fatto il sopravvento su ordine e rigore.
Ecco il perché di questa tolleranza, di questo permissivo atteggiamento, fanno parte tutti della stessa squadra... sono come quei parassiti che vivono sulle spalle (o sulle disgrazie) degli altri!!!
A loro non frega niente di come va questa terra... anzi più male va e meglio è per loro, proprio perché queste situazioni li avvantaggiano, creano quei necessari presupposti affinché essi abbiano ad esistere: infatti aumentano i disagi personali e familiari, crescono le infrazioni, accrescono i reati, si moltiplicano gli abusi e le violenze e i crimini la fanno da padrona!!!
Se a quanto sopra si apporta quel "contributo" ( in termini negativo) dato dalla mafia... allora abbiamo in prospettiva un futuro strabiliante di cui andare orgogliosi...   
Ma io comunque non voglio abbattermi anche se mi sento su quest'isola... come Napoleone all'Elba che ripeteva in quel periodo d'esilio a se stesso: non c'è un'isola più piccola di questa. Mi conviene tentare di nuovo; tanto peggio di così non può andare!!!

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo