Translate

venerdì 30 dicembre 2016

Prima si aggiudicano gli appalti e poi licenziano: esonerati oggi 1.666 unità, domani a rischio saranno 80.000!!!

Parlano tutti, in particolare aprono bocca proprio quei delegati delle associazioni sindacali, che piuttosto di trovare una possibile intesa, hanno pensato esclusivamente ai propri interessi...
Quali...??? Semplice, avere un alto numero d'associati, far pagare loro quella tessera inutile, far destinare quel proprio Tfr maturato negli anni (opportunamente reinvestito in borsa su titoli ad alta redditività, dei quali però nessuno ne conosce la produttività e soprattutto se quel capitale investito è protetto da qualche forma di garanzia, oppure come sicuramente è accaduto, ha realizzato perdite miliardarie di cui nessuno vuole parlare...), ed infine, raccogliere quei voti per i propri referenti politici...
Se c'è ancora qualcuno che crede nell'opera dei sindacati è un povero folle... 
Guardate le pensioni miliardarie ricevute da quegli illustri signori, osservate gli incarichi politici loro assegnati, anni e anni di complicità compiute nei vari governi, esclusivamente per raccomandare propri familiari all'interno di quei pubblici uffici... 
D'altronde se sono stati questi i nostri rappresentanti sindacali, non c'è da meravigliarsi per come si è conclusa la vicenda ultima "Almaviva"...    
La verità comunque è che il marcio è a monte, in quel giro d'appalti che vede l'aggiudicazione delle commesse pubbliche!!!
Chissà se le procure, indagassero in modo più particolareggiato su quelle aggiudicazioni, forse potrebbero scoprire, quanto comunemente avviene e cioè, il solito giro di tangenti, bustarelle e posti di lavoro... 
Non ci vuole un genio per capirlo... già, perché... milioni e milioni di euro, vengono di volta in volta aggiudicati dallo Stato a società private???
Visti i costi non certo vantaggiosi, non sarebbe meglio che fossero essi stessi ad occuparsene - con assunzioni di nuovo personale - per realizzare queste tipologie di offerte telefoniche e/o online???
Dopotutto, se queste società svolgono l'incarico per nome e conto di queste grosse società, solitamente partecipate statali, dovranno certamente guadagnarci e quindi quei costi dovranno necessariamente lievitare di quella naturale percentuale di utile... ed allora, perché si realizza tutto ciò???
Il sottoscritto un sospetto ce l'ha... ed è rappresentato da quel solito meccanismo clientelare attraverso il quale, in molti partecipano al banchetto...
Poi accade che per quegli appalti... qualcuno non si comporta per come "programmato", ed allora quelle aggiudicazioni finiscono alla concorrenza... e i dipendenti assunti, vengono come "carne da macello" mandati a casa, senza per di più alcun sussidio o protezione sociale... 
Questo è il nostro paese... già i nostri governanti, invece di pensare alle lettere di licenziamento di questi poveri dipendenti, hanno girato in questi mesi il mondo, per raccogliere consensi per un "Sì" al referendum... 
Così... si sono persi anche tre mesi di trattativa (coperti dalla cassa integrazione), che avrebbe certamente condotto ad ulteriori accordo e chissà forse anche a nuove prospettive... ma qualcuno ha preferito che andasse così... meglio mandarli a casa!!!
Che bel regalo... come inizio del 2017 è perfetto!!! 
Io, manderei loro a casa... questi esseri incapaci di compiere qualcosa di buono, poiché inadatti a quel ruolo, d'altronde non l'hanno mai svolto, non sanno cosa significa fare produzione, mai stati imprenditori (con la I maiuscola), sono solo capaci di rubare e arraffarsi quello sproporzionato stipendio!!!
Vergogna, verrà comunque il giorno in cui verrete giudicati e non parlo di Dio, ma di qualche Pm... ed allora si che ci divertiremo... perché solo questione di tempo, vedrete c'è ne per tutti, anche per chi... meno se l'aspetta!!!
Ed allora... votate, continuate a sperare e a votare per questi inutili personaggi, d'altronde è una vita che credete alle favole dei "posti di lavoro per tutti"...
Quanto compiuto oggi per "ALMAVIVA", è già accaduto per molte nostre realtà, in quasi tutti i settori di categoria e potete metterci la "mano sul fuoco" che a stretto giro, capiterà anche a ciascuno di noi!!!
Grazie a questi "signori", grazie Stato...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo