Translate

mercoledì 7 dicembre 2016

LA SICILIA: "Un Siciliano su due sfiora la povertà"!!!

Questa mattina... come quasi tutte le mie mattine, ho iniziato osservando in tv i Telegiornali, quindi in auto ho proseguito ascoltando in radio i notiziari ed infine ho dato lettura ad alcuni quotidiani...
Ecco che uno di questi, precisamente il nostro quotidiano regionale " LA SICILIA" a pagina 8-9, ha pubblicato la notizia sopra riportata...
Siamo a rischio povertà... ma i siciliani come vado ripetendo ormai da un bel po', vivono le loro vite, in modo del tutto spensierato!!!
Non si chiedono nulla, attendono... non si comprende cosa, forse chissà sperano che possa giungere il politico di turno (visto quasi fosse un messia...) a risolvere quei loro problemi in modo del tutto miracoloso...
Sono circa tre milioni i soggetti che vivono da troppo tempo, ai margini della società... anziani pensionati, disoccupati e una sfilza di giovani senza alcun futuro, a cui vanno aggiunti tutti questi immigrati ed extracomunitari...
Stiamo per esplodere...
Guardate quanto accaduto stamani in un palazzo romano, dove atteggiamenti xenofobi hanno minacciato una famiglia del nord africa, allontanandola a gran voce e con spintoni, realizzando infine barricate contro le forze dell'ordine...
Ormai sono in tanti a dire: se non c'è per noi... come possiamo pensare a loro???
Siamo la regione con il dato più alto e preoccupante, ma nel frattempo una grossa fetta dei miei conterranei, grazie a questa attuale situazione, sta sempre più arricchendo...
Sono coloro che da sempre non dichiarano correttamente i propri redditi; questi soggetti, se fossero controllati regolarmente, evidenzierebbero forti sperequazioni finanziarie... in particolare mi riferisco a quelle dei propri familiari, che misteriosamente risultano per di più... "nullatenenti".
Ci si deve astenere a tutto... in particolare occorre mettere di lato, qualcosa di quel misero salario per coprire le spese impreviste e guai a parlare di ferie o vacanze, i soldi servono per pagare gli affitti, il mutuo, le bollette, i consumi, i bolli, le tasse, ecc...
Bisogna rinunciare anche a qualcosa d'irrinunciabile... come per esempio gli alimenti, i farmaci o il riscaldamento...
Ci sono persone che ormai fanno un solo pasto al giorno... e la situazione perdura ormai da un decennio!!!
Ma come riportavo sopra, i siciliani sono contenti,  anzi di più... allegri, beati, appagati, felici, gioiosi, soddisfatti, sereni e in quel loro buonumore, si incontrano al bar sorridenti... sperando che qualcuno offra loro il caffè...
Siamo "persi"... ma come vado ripetendo, mai nessuno che si lamenta o scenda in piazza a protestare quel proprio disagio...
"Armiamoci e partite"... ecco questa frase rappresenta perfettamente la nostra identità, un'espressione proverbiale che meglio di chiunque altra sottolinea in modo realista l'atteggiamento della maggior parte di noi siciliani, di chi cioè si sottrae ai rischi di un'azione, a chi si esclude a priori da qualsivoglia coinvolgimento personale... e difatti, basti osservare tutta quella serie di comportamenti omertosi oppure l'esiguo numero di denunce, presentate alle autorità competenti...
Sconforta soprattutto costatare come nelle altre regioni, il problema è stato affrontato ed in questi anni infatti, si sono visti i risultati, con un recupero graduale di crescita, mentre di contro da noi, il dato di povertà oltre a non essere rimasto invariato, è aumentato in maniera considerevole!!!
Ma d'altronde chi dovrebbe risolvere i problemi attuali di questa nostra terra, coloro che sono stati insediati in quegli uffici dai loro "amici degli amici" e che oggi a loro... devono tutto!!!
Soggetti legati a doppia maglia da compromessi, collusioni, favoritismi, interessi personali, ma soprattutto da evidenti ricatti...
Ed allora ecco che ognuno di essi, si muove in "punta di piedi", senza mai esporsi o impegnarsi in qualcosa di rischioso che potrebbe rivoltarsi contro... ed in quella completa inutilità, portano avanti quegli interessi richiesti ed a volte anche quelli personali, continuando nel contempo a percepire quell'immeritato stipendio dal nostro Stato!!!
Se qualcuno di voi... (abituato a verificare le prestazione e/o produzione), avesse la possibilità di trascorrere con essi una intera giornata lavorativa, controllando quanto realizzato in concreto durate quell'orario di lavoro, ecco che, potremmo comprendere in maniera chiara... il perché, oggi, ci troviamo ancora in questa situazione disastrosa!!!
Fintanto che la situazione resterà immutata, state certi che non avverrà alcun cambiamento...
Io comunque credo ( e forse spero...) ai corsi e ricorsi storici e sono certo che verrà un giorno in cui, potrò assistere ad una ribellione delle coscienze, ma soprattutto potrò finalmente accertare quel recupero della dignità morale, da troppo tempo ormai... disonorata e calpestata!!!  

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo