Translate

domenica 25 dicembre 2016

Perdona loro, perché non sanno quello che fanno...

In questo giorno così importante per la nostra cristianità, devo congedarmi da quegli argomenti di denuncia, che solitamente mi contraddistinguono...
Oggi, non mi è concesso fare come d'abitudine, non posso screditare quanti hanno fatto di questo paese, quella Sodoma e Gomorra, il cui "peccato grave" è ormai conosciuto da tutto il mondo...
E quindi, pur avendo in uno primo momento pensato di non rivolgermi a loro, a quanti partecipano quotidianamente con le loro azioni, a quegli scempi, ecco che, proprio come una rivelazione, ho sentito all'improvviso -in questo giorno di speranza per l'uomo- di dedicare anch'io una supplica... che poi fu la stessa che Gesú disse prima di morire: “Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno”...
Ora, sperare che tutti quegli individui, possano all'improvviso redimersi, rappresenta di per se, un vero e proprio miracolo, testimonianza di cui è capace soltanto l’amore di Dio...
Infatti, quanto sopra, costituisce per il sottoscritto un evento indefinibile, ed ho - mi dispiace dirlo- grande difficoltà a credere ad un vero e proprio rinnovamento delle coscienze, a quel rispetto improvviso di quelle regole e norme personali e collettive... 
Ma come da sempre ci hanno insegnato... lo Spirito di Dio soffia dove vuole ed egli parla a tutti, nessuno è escluso!!!
Ed è forse per questo motivo che, quando ciascuno di noi smarrisce quella retta via, quando non si è in grado di distinguere ciò che è bene da ciò che è male, oppure quando la sola volontà, non risulta sufficiente ad allontanarci dal peccato, ecco, quello è il momento, in cui l'uomo ha sicuramente maggior bisogno... di ritrovare se stesso.  
Certo sarebbe più agevole per il sottoscritto condannarli tutti (quei ladri e farabutti...), ma percorrendo questa strada, non potrei più sentirmi quella persona perbene che credo di essere, quell'educatore sano di moralità, che in ogni  momento della mia vita ho cercato di essere e di trasmettere ai miei figli e a quanti mi sono stati accanto, nel corso della mia vita...
Poiché esiste una profonda diversità, dal rappresentare ciò che è la verità, da quanto si suole nascondere, da ciò che giusto e corretto, da quanto è sbagliato e scorretto, da ciò che è bene far emergere, da quanto qualcuno di contro vorrebbe celare...
La coscienza non può essere di parte... non può variare a seconda delle circostanze o quantomeno, non può abbandonarsi al peccato per poi sperare d'essere perdonati... per quanto si è fatto.
D'altronde, bisogna ricordarsi sempre,  che occorre non fare agli altri, ciò che non si vorrebbe fosse fatto a noi!!! 
Le nostre debolezze, quelle abitudini disoneste con le quali si è sempre convissuto, possono divenire la forza del cambiamento, prima di dover giungere alla fine... o quando ormai, si è fatto soltanto danno a se stessi e agli altri.
L'esperienza suggerisce che bisogna fare in modo, che si aiuti in ogni circostanza la coscienza a formarsi, per poter affrontare con consapevolezza la vita che ci aspetta e a cui si è chiamati a rispondere...
Nulla è perduto, si può sempre ricominciare , anche dai propri errori, da quelle scelte errate a suo tempo ritenute care e a cui da sempre si era legati, facendo in modo d'essere utili non soltanto a se stessi ma anche agli altri...
Bisogna cogliere i segni di quel cambiamento, di quelle sfide alle quali si è chiamati, siano esse manifestazioni di carattere  personale o sociale, politico o culturale, legate a un mondo criminale e mafioso, evoluzioni negative correlate tutte da quelle aspirazioni corruttive ben note...
E' necessario determinare quella corretta direzione ,per poter giungere ad una vera e propria trasformazione, che conduce ognuno di noi, a vivere la propria vita in modo felice, senza dover eccedere con quanto non necessario, con quel nuovo consumismo che non fa di noi persone migliori, ma bensì, ci lega a beni materiali accessori...
Occorre operare in ogni momento con coerenza, restando fedeli a quel proprio progetto in cui il bene e la verità, abbiano in ogni circostanza il sopravvento...
C'è bisogno di essere fedeli ai veri valori, senza divenire -per ragion egoistiche e personali- individui sleali, cinici e disonesti... 
E' stato facile negli anni allontanarsi dalla parola di Cristo, da quegli insegnamenti d'infinita generosità, privilegiando a quella grandezza d'animo, veri e propri atteggiamenti negativi, con cui si è  esclusivamente apprezzato il male... e rinunciando con le proprie azioni... al bene.
Ed allora oggi, in questo giorno, desidero anch'io "rinascere", allontanando da me quel messaggio dell'Antico testamento (Libro del Levitico) espresso dalla locuzione "occhio per occhio, dente per dente"; viceversa voglio ispirarmi in maniera positiva a quella volontà che da sempre mi ha contraddistinto, nel ricercare in ogni circostanza il "bene" (da non intendersi con il bene di qualcuno o per realizzare propri o altrui interessi...), ispirazione di carità e insegnamento, che conduce a farci perdonare il prossimo (Matteo 5,38-45): 
"Voi avete udito che fu detto: "Occhio per occhio e dente per dente"; ma io vi dico: Amate i vostri nemici, benedite coloro che vi maledicono, fate del bene a coloro che vi odiano, e pregate per coloro che vi maltrattano e vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro, che è nei cieli, poiché egli fa sorgere il suo sole sopra i buoni e sopra i malvagi, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti, amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano"...
Io inizio a pregare...

Istagram

Instagram

Note sul Blog "Liberi pensieri"

Disclaimer (uso e condizioni):

Questo blog non rappresenta una “testata giornalistica” in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto, non può considerarsi “prodotto editoriale” (sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1 co.3 legge n.62 del 2001).

Gli articoli sono pubblicati sotto Licenza "Blogger", dunque, è possibile riprodurli, distribuirli, rappresentarli o recitarli in pubblico ma a condizione che non venga alterato in alcun modo il loro contenuto, che venga sempre citata la fonte (ossia l'Autore), che non vi sia alcuno scopo commerciale e che ciò sia preventivamente comunicato all'indirizzo nicolacostanzo67@gmail.com

Le rare immagini utilizzate sono tratte liberamente da internet, quindi valutate di “pubblico dominio”, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog al seguente indirizzo email:nicolacostanzo67@gmail.com, che provvederà alla loro pronta rimozione.

L'autore dichiara inoltre di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.

Per qualsiasi chiarimento contattaci

Copyright © LIBERI PENSIERI di Nicola Costanzo

Resteranno per sempre dei...

Resteranno per sempre dei...

Seguimi via email

Bloghissimo...

Aggregatore rss

I Blog che seguo